Napoli, 12enne insultata sul web perch obesa curata in ospedale

Psc

Napoli, 23 giu. (askanews) - E' stata insultata e minacciata sui social anche attraverso profili falsi creati appositamente per denigrarla, soprattutto per il suo aspetto fisico e per i suoi chili di troppo. E' la storia di una studentessa di 12 anni di Napoli che, a causa dello stress provocato dagli atti persecutori subiti, stata costretta a recarsi in ospedale dopo aver accusato un malore. La vittima degli episodi di cyberbullismo ha denunciato ogni cosa ai carabinieri, tramite l'avvocato Sergio Pisani, che ha allegato all'esposto anche i messaggi volgari, foto e video che testimoniano le parole violente utilizzate da due coetanei della ragazzina. E' emerso, infatti, che i cyberbulli sono una 13enne e un 14enne, conosciuti qualche tempo fa dalla vittima e che dall'amicizia sono passati agli insulti, non solo su chat private, ma anche su profili pubblici e con foto e video della 12enne apostrofata come "obesa". Gli insulti sono stati poi estesi anche alla mamma della ragazzina, etichettata pure lei come "balena" e "prostituta", minacciata di morte dopo aver tentato di difendere la figlia che aveva trovato il coraggio di raccontare quanto le stesse accadendo. Il referto dell'ospedale, dove la 12enne stata soccorsa, stato allegato alla denuncia.