A Napoli 15esimo congresso Neuroradiologia interventistica -2

Aff

Napoli, 22 ott. (askanews) - "Si sta facendo quindi in tutto il mondo ed anche in Italia un notevole sforzo organizzativo, mediatico e culturale per stimolare da un lato i pazienti a non sottovalutare i disturbi clinici (per es. disturbi visivi, del linguaggio e motorii insorti acutamente) - si legge in una nota - ma anche per organizzare la migliore assistenza possibile che parte dal 118 passando attraverso la accettazione in P.S. essenziale per una veloce valutazione clinica neurologica, per effettuare la diagnostica per immagini e per una corretta selezione dei pazienti da trattare con farmaci e/o per via endovascolare, per il trattamento endovascolare e per le cure post trattamento nonché per la fase di riabilitazione".

È quindi chiaro il coinvolgimento di molteplici figure professionali che devono essere formate per rispondere alle migliori esigenze assistenziali ed il ruolo delle Università e delle Società scientifiche è perciò fondamentale. Altro settore in cui la Neuroradiologia ha compiuto notevoli passi e quello del trattamento delle patologie spinali da crolli vertebrali per osteoporosi e metastasi mediante l'utilizzo di tecniche mini-invasive di ricostruzione vertebrale con cemento acrilico associate o meno a radiofrequenza (per le metastasi vertebrali). E' sempre necessario un approccio multidisciplinare per la migliore selezione del paziente che possano indicare il trattamento più adeguato al caso in esame, quindi, neurologi, neurochirurghi e oncologi.