Napoli, 33enne morta carbonizzata in casa: fermato un uomo

·1 minuto per la lettura
(Getty Images)
(Getty Images)

È stato fermato un uomo per la morte di Ylenia Lombardo, la 33enne trovata semi-carbonizzata in un'abitazione dove viveva da sola, a San Paolo Belsito, in provincia di Napoli. Si tratta di un 36enne residente nella stessa cittadina della vittima e che, da quanto emerge dalle indagini dei carabinieri, conosceva Ylenia.

VIDEO - I numeri del femminicidio

A casa dell'indagato, già noto alle forze dell'ordine, sono stati trovati abiti sporchi di sangue. L'uomo è stato individuato grazie alle testimonianze di alcuni cittadini e alle telecamere di videosorveglianza della zona.

Il cadavere di Ylenia Lombardo, originaria di Pago di Lauro, nell'Avellinese, è stato scoperto nella serata di mercoledì da alcuni vicini di casa allarmati dal fumo che usciva dalle finestre della sua abitazione in via Ferdinando Scala. Gli investigatori stanno lavorando per accertare se tra la vittima e l'uomo, attualmente in stato di fermo emesso dal pm della procura di Nola, ci siano legami di parentela.

VIDEO - 8 marzo, Mattarella legge i nomi delle vittime di femminicidio

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli