Napoli, 49enne si reca in pronto soccorso e muore: la struttura era chiusa per sanificazione

ambulanza
ambulanza

Mario Buono, un uomo di 49 anni ha perso la vita a Castellammare di Stabia, dopo essere giunto in pronto soccorso con forti dolori al petto e difficoltà respiratorie, ha trovato la struttura chiusa per sanificazione ed è morto in attesa della riapertura, si indaga sulla vicenda.

Castellammare, 49enne muore in pronto soccorso: la struttura era chiusa per sanificazione

È incredibile la vicenda che si è consumata a Castellammare di Stabia, qui un uomo di 49 anni che accusava dolori al petto e aveva difficoltà a respirare, si è recato in pronto soccorso per ricevere assistenza medica, ma al suo arrivo ha trovato la struttura chiusa per sanificazione e nel tempo di attesa della riapertura è morto.

La prima ricostruzione sull’accaduto e la denuncia dei familiari di Mario Buono: ecco i dettagli

I familiari di Mario Buono, l’uomo di 49 anni che è morto dopo aver trovato il pronto soccorso di Castellammare di Stabia chiuso per sanificazione Covid, hanno sporto denuncia ai Carabinieri.

Nella denuncia, secondo quanto riportato da “Il Mattino”, i familiari avrebbero dichiarato che il 49enne è giunto al triage del pronto soccorso intorno alle ore 21.50 e lì è rimasto in attesa fino a quando le sue condizioni non si sono aggravate al punto da condurlo alla morte.

L’uomo avrebbe dovuto attendere che venisse ultimata la sanificazione dei locali del pronto soccorso, che era stata avviata dopo un caso di Covid, ma purtroppo non ce l’ha fatta ed è morto senza ricevere l’assistenza di cui necessitava per sopravvivere.

Tutti i tentativi messi in atto dai sanitari di salvare in extremis il 49enne, si sono rivelati inutili.

La morte di Mario Buono e le indagini avviate sul caso

In seguito alla denuncia effettuata dai familiari di Mario Buono, i Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia hanno sequestrato su disposizione della magistratura la cartella clinica e la salma dell’uomo.

Sarà inoltre effettuato un esame autoptico sul corpo del 49enne, al fine di stabilire l’esatta causa del decesso, al momento l’ipotesi più probabile, è che Mario Buono sia stato colpito da un infarto.

Nel frattempo, Giuseppe Russo, il direttore dell’Asl Napoli 3 Sud, ha avviato un’inchiesta interna sulla vicenda, che servirà ad individuare le responsabilità dei dipendenti.

L’ex sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Ciminno, ha così commentato quanto accaduto in un post pubblicato su Facebook:

“Mi rattrista venire a conoscenza di queste tragedie che si verificano ancora sul nostro territorio. La pandemia ci ha insegnato che gli investimenti sulla sanità devono rappresentare una priorità assoluta sull’agenda delle istituzioni, per tutelare la salute di tutti i cittadini, per valorizzare l’essenziale lavoro degli operatori sanitari e per guardare avanti con rinnovata fiducia.

Mi auguro che sia fatta presto chiarezza sulla morte di Mario, con l’auspicio che simili episodi non accadano mai più in futuro”.