A Napoli 80 opere di Joan Mirò in mostra fino a febbraio 2020

Psc

Napoli, 24 set. (askanews) - Per la prima volta a Napoli una grande mostra di Joan Mirò, grande pittore e scultore nato a Barcellona e nel 1983. Nei saloni del Pan, il Palazzo delle Arti, saranno visibili dal 25 settembre al 23 febbraio prossimi, 80 opere dell'artista, tra quadri, disegni, sculture, collage e arazzi provenienti dalla Fondazione Serralves di Porto con C.O.R. (Creare organizzare realizzare) di Alessandro Nicosia e promossa dall'assessorato alla Cultura del Comune di Napoli con il supporto del ministero della Cultura portoghese e il patrocinio dell'ambasciata del Portogallo in Italia. Un percorso suggestivo che racchiude sei decenni dell'attività creativa di Mirò, dal 1924 al 1981, e che celebra uno dei maggiori esponenti del surrealismo. Opere che si fondano sulle emozioni dei colori e dei contrasti, ma anche su soggetti onirici e sperimentazioni sia di tecniche che di materiali. "Ancora una grande mostra nella nostra Napoli - ha detto il sindaco partenopeo Luigi de Magistris - una mostra inedita nel segno della gestualità, della rappresentatività, del linguaggio e del movimento. Una mostra davvero straordinaria e bellissima". "Napoli ancora una volta attrae cultura, arte e tutto ciò sta diventando sempre più un'arma di riscatto per la nostra città. Siamo molto orgogliosi che - ha sottolineato - Napoli venga scelta come laboratorio di mostre completamente originali". E riferendosi al Pan, il sindaco ha concluso: "Prima questo era un palazzo della città nel quale si facevano feste per chi aveva soldi, oggi è il Palazzo delle Arti dove si fanno grandi mostre, ma anche dove i giovani possono esporre i propri lavori. Il Pan è diventato un luogo sempre più attrattivo e simbolo di legalità e cultura che significa anche impegno antimafia, cultura popolare. E' un'operazione politica che mette al centro la cultura".