Napoli, anziana uccisa e fatta a pezzi: confessa il figlio

·1 minuto per la lettura
Getty
Getty

"Sono stato io". Con queste parole ha confessato l’omicidio della madre, sparita misteriosamente a fine agosto. Da subito l’attenzione degli investigatori si era concentrata su uno dei tre figli della pensionata che da sempre presenterebbe problemi di natura psichica. L’uomo, 47 anni, aveva sempre negato di sapere cosa fosse accaduto alla madre fino al pomeriggio di ieri, quando ha confessato durante un interrogatorio in caserma.

GUARDA ANCHE: Omicidio Lecce, l'inquilino: "Daniele? Lo abbiamo visto crescere"

La sua testimonianza ha permesso di risalire alla busta di Ikea, dentro la quale è avvenuta la macabra scoperta. Un corpo di una donna, infatti, era stato trovato a pezzi a fine agosto all'interno di un borsone di tela blu abbandonato sul ciglio di una strada a Pianura, nel Napoletano.

A presentare la denuncia di scomparsa della signora, una pensionata 85enne, non erano stati i figli, ma una preside di una scuola del luogo che non aveva più notizie della donna da giorni.

GUARDA ANCHE: Ucraina, attivista bielorusso ritrovato cadavere in un parco

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli