Napoli al centro dell’Universo, almeno fino al 5 Ottobre

Dal 28 Settembre 2012 al 5 Ottobre 2012 Napoli sarà il centro dell'industria astronautica mondiale. Si terrà infatti nel capoluogo campano la 63esima edizione del Congresso Internazionale di astronautica per discutere della futura importanza dei viaggi spaziali nella nostra vita. Naturalmente saranno presentate ai delegati tutte le più importanti novità in termini di navicelle, propulsori e nuove tecnologie spaziali.

Questa edizione all'ombra del Vesuvio è dedicata al professore partenopeo Luigi Napolitano, eminente astrofisico e pioniere in campi quali la microgravità e la termodinamica di rientro in atmosfera. Un appuntamento fortemente voluto dalla città sin dal 2009, che fortunatamente ha visto unirsi per il bene di Napoli le varie forze politiche in gioco negli anni. La candidatura era stata un vero e proprio atto di coraggio in piena era di crisi dell'immondizia: una sfida finalmente vinta da Napoli e da tutto il paese.

Dubbi che assillavano anche Norberto Salza, presidente del Polo High-Tech di Napoli e principale promotore del congresso. Al direttore della NASA Charles Bolden, preoccupato per gli standard di sicurezza che la città può garantire, Salza ha assicurato che gli farà fare un girosui mezzi pubblici come un cittadino qualsiasi. «E ci riuscirò», ha ribadito, pur dichiarando che terrà «un cornetto rosso in tasca». Dalla prima edizione del congresso, nel 1950 a Parigi, di strada nello spazio se ne è fatta: dopo Praga e Città del Capo tocca ora al golfo più bello del mondo proiettarci nella nuova era dell'astronautica.



Redazione Classmeteo
meteo@class.it

Ricerca

Le notizie del giorno