Napoli, commercianti: per funicolare Chiaia intervenga la Regione

·2 minuto per la lettura
featured 1482783
featured 1482783

Napoli, 25 ago. (askanews) – I commercianti di Napoli sono sul piede di guerra per la Funicolare di Chiaia che, a partire dal prossimo 30 settembre 2021, rischia di rimanere chiusa per almeno un anno a causa dei lavori di manutenzione previsti dalla revisione ventennale.

Chiedono che intervenga la Regione per risolvere una questione che rischia di determinare un danno serio non solo alla mobilità ma anche all’economia dei quartieri di Vomero e Chiaia, come ha spiegato Vincenzo Perrotta, presidente del Centro Commerciale Naturale Vomero-Arenella e della Federazione del Commercio.

“Abbiamo sollecitato il presidente della regione Campania che ha l interim dei Trasporti – ha spiegato – affinché si possa fare un altro anno di proroga e, nel frattempo, organizzare un nuovo appalto ma tenendo la funicolare aperta. I numeri: la funicolare di Chiaia non è sostituibile come la Centrale perché non ha il percorso interfacciato con la metropolitana e, quindi, l’unica alternativa alla chiusura è il (bus, ndr) 128 che, in tempi normali, impiega un’ora a fronte degli 8 minuti e mezzo che ci impiega la funicolare, oltre a tutto lo smog che può produrre. Non ci sarebbe nemmeno la possibilità di mettere altri pullman perché sappiamo l’Anm come sta combinata, quindi non c è alternativa per i 15.000 utenti che non hanno alternativa di percorsi”.

Il problema, secondo Perrotta, nasce dalla gara d’appalto andata deserta.

“L’unico che poteva partecipare – ha precisato – era il costruttore della funicolare, la Leitner che, purtroppo, per la precedente commessa della funicolare Centrale, ha perso circa un milione di euro, andato a finire nel concordato di Anm. Quindi loro non si sono presentati, consapevoli anche di avere una sorta di monopolio, nei fatti, della tecnologia di queste strutture”.

Nei quartieri interessati ci sono almeno 300 esercizi che vivono grazie alla presenza della Funicolare, oltre ai tanti studenti, impiegati e professionisti che ogni giorno utilizzano questo importantissimo mezzo di trasporto e che ora sono delusi e arrabbiati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli