A Napoli conferenza Nostra Madre Terra, “Laudata Bonifica”

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 mag. (askanews) - In occasione della conferenza tenutasi a Napoli presso la sede della Rai, promossa dal comitato "Nostra Madre Terra" nell'ambito di un più vasto ed organico progetto nazionale, di natura valoriale, finalizzato alla ricostruzione armonica del rapporto uomo-ambiente e uomo-uomo, si è affrontato il tema delle bonifiche.

Sono intervenuti in apertura anche il primo cittadino Gaetano Manfredi, il presidente della CEI Campania, S. E. Mons. Antonio di Donna, il presidente delle Federazioni Banche di Comunità Credito Cooperativo Campania Calabria e della BCC di Napoli Amedeo Manzo, e il Commissario di Governo per le bonifiche delle Discariche Abusive Gen. Giuseppe Vadalà.

"In linea con le direttive dell'Agenda 2030 dell'ONU, l'obiettivo di ogni bonifica è di intraprendere una nuova politica ambientale e garantire il rispetto della salute dei cittadini, affrontando con serietà la cura e la rigenerazione della Terra. Le bonifiche sono la precondizione per una nuova stagione di sviluppo sostenibile dei territori, per noi in specie quelli italiani. Gli interventi di enti pubblici e privati che insistono nei territori individuati, ci indicheranno i virtuosismi avviati al fine di arginare i rischi per la salute pubblica e permettere, a valle, il riutilizzo dei terreni per ogni forma di sviluppo economico compatibile con la transizione ecologica, favorendo la crescita dell'occupazione, riducendo il consumo di suolo, valorizzando le risorse culturali e ambientali di dette zone, ma anche quelle limitrofe ai territori bonificati. La sfida è limitare i danni dovuti all'impatto dell'antropizzazione, con l'obiettivo ambizioso di riconsegnare i terreni, "beni comuni", alle Comunità che vi vivono, incentivando iniziative ed interventi che lo rendano fruibile ai cittadini ed ai turisti, migliorando la qualità delle aree ad oggi fortemente condizionate con la messa in sicurezza dei fenomeni di dissesto idrogeologico, al risanamento ambientale delle acque e delle sponde, alla conservazione della biodiversità e tutela degli habitat naturali, ma anche al cambiamento di cultura a partire dal sistema scolastico, familiare, dalla pubblica amministrazione, dai contesti aziendali e dal terzo settore, impattanti sui territori, promuovendone il "buon governo" attraverso la consapevolezza, il dialogo e le progettualità che possano rivitalizzare le eccellenze e le sane pratiche locali. L'evento propone, pertanto, virtuosismi su temi impattanti per la vita ed il benessere delle persone e per le prossime generazioni, ovvero le buone pratiche di territori italiani, testimoniate da istituzioni deputate a farne sistema, per offrire un'apertura e una rigenerata speranza al futuro del nostro Pianeta, facendo emergere ciò che in Italia già sta accadendo", dichiara il Portavoce del comitato "Nostra Madre Terra" Giuseppe Vadalà

"Il progetto nostra madre terra nasce nella ambito di una riflessione ampia pubblico privata avviata alla luce dell enciclica di Papa Francesco "Laudata Si" per riflettere sul tema della salvaguardia del creato e per dare vita a interventi concreti sul territorio. Bonificare significa risanare, rigenerare, tutelare la salute dei cittadini, aumentare il benessere, ridare speranza e futuro" ha detto Silvia Paparella AD di RemTech Expo e Ceo di Ferrara Fiere Congressi, e coordinatrice del Comitato Nostra Madre Terra, intervenuta a Napoli in occasione dell'iniziativa "Laudata Bonifica".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli