Napoli (Fi): asilo nido gratuito? Bene. Chi rimborsa i Comuni?

Pol/Vlm

Roma, 4 ott. (askanews) - "Come cittadino prima ancora che come amministratore locale, applaudo con gratitudine al progetto del premier Giuseppe Conte di rendere l'asilo nido un servizio gratuito per le famiglie. Ottima idea, sotto ogni punto di vista o quasi. L'asilo nido, come dovrebbe sapere il premier, è un servizio pubblico a domanda individuale. Questo significa che le famiglie pagano una retta che può coprire, a discrezione del sindaco, una parte della spesa che varia dal 30 al 50-60%. Il resto è a carico del Comune". Lo dichiara in una nota Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla Camera e dell'esecutivo Anci.

"Ecco, qui c'è il nodo da sciogliere: la gratuità assoluta del servizio dell'asilo nido significa che le famiglie non sborsano più un centesimo perché tutta la spesa sarà a carico dei Comuni oppure il governo centrale copre i mancati introiti delle rette pagate dalle famiglie? Il presidente del Consiglio chieda lumi al ministro dell'Economia e si faccia spiegare bene chi è fra i Comuni e il governo che deve mettere mano al portafoglio. Perché nell'ipotesi folle che si chieda ai Comuni di ripianare i mancati introiti il premier Conte e il ministro Gualtieri devono sapere che molti dei pochi asili nido pubblici potrebbero cessare il servizio. Come rappresentante di Forza Italia chiedo al governo di pronunciare parole chiare rendendo noto il costo complessivo dell'operazione di gratuità degli asili nido", conclude.