Napoli (Fi): da Conte uniche certezze decrescita e nuovo deficit

Pol/Bac

Roma, 9 set. (askanews) - "Stop alle trivellazioni in nome della tutela ambientale e della sostenibilità: l'unica misura concreta enunciata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel discorso sulla fiducia è l'ennesimo omaggio alla dottrina della decrescita felice. Per il resto, il discorso del presidente è un oceano di promesse e buone intenzioni: gli asili nido saranno gratis per tutti, sarà introdotto il salario minimo...poi saranno svuotati gli arsenali e riempiti i granai". Lo afferma in una nota Osvaldo Napoli di Fi.

"Le uniche certezze che si ricavano dal suo discorso - aggiunge - è che la maggioranza giallo-rosso porterà avanti il progetto di decrescita felice dei grillina e porterà nuovo deficit e quindi nuovo debito".

"Per chiedere il bis a una figura modesta come Conte ci voleva ben altra prestazione nella prima tornata. Una cosa Conte ha detto di nuovo, una cosa che spiega meglio di altre la vera ragione sociale di questo governo: lavorerà a una nuova legge elettorale, parallelamente alla riduzione del numero dei parlamentari. È irrituale che un presidente del Consiglio decida di includere nel programma di governo una materia come quella elettorale che è una tipica ed esclusiva materia parlamentare. Di fronte a un esecutivo bislacco e abborracciato come questo, Forza Italia non potrà che condurre un'opposizione dura e ferma, come ha ricordato il presidente Berlusconi. È ben triste vedere il Pd ridotto ad agenzia del mondo grillino", conclude.