A Napoli giornate di studio su Niccolò Paganini e Giuseppe Mazzini

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 nov. (askanews) - Oggi e domani a Napoli, presso il Complesso monumentale di Sant'Anna dei Lombardi (Sagrestia del Vasari), due giornate di studio sul periodo napoletano di Niccolò Paganini e le relazioni con Giuseppe Mazzini. Ad annunciarlo è il M° Giovanni Borrelli, Presidente del Centro Studi e dell'Associazione Culturale Accademia Reale.

"Il Convegno Il periodo napoletano di Nicolò Paganini e le relazioni con Giuseppe Mazzini - afferma Borrelli - è un progetto editoriale e di ricerca scientifica, sul periodo napoletano durante il quale il compositore genovese svolse un'importante attività artistica e compositiva, strinse una fitta reti di relazioni e di collaborazioni con i compositori napoletani del XIX secolo che ebbero grande influenza su di lui".

"Si porrà l'attenzione sulla sottile rete di connessioni tra le opere per chitarra sola che il maestro genovese Nicolò Paganini scrisse durante il suo soggiorno napoletano ispirato dagli stilemi dei compositori napoletani e le relazioni con la passione per la musica per chitarra del giovane Giuseppe Mazzini, abile suonatore di chitarra e conoscitore attento della letteratura chitarristica di autori napoletani ed italiani ottocenteschi".

"Nel 2022 ricorre il cinquantesimo anniversario della scomparsa di Giuseppe Mazzini, uno dei padri dell'Italia unita. Sarà importante dare spazio e approfondire la sua figura, in quanto trait d'union tra musica, arti visive e Risorgimento".