A Napoli i maestri presepiali chiedono aiuti per il settore

·1 minuto per la lettura
featured 1277392
featured 1277392

Napoli, 14 apr. (askanews) – Questo era San Gregorio Armeno prima della pandemia… e questo è San Gregorio Armeno oggi; una strada desolata, deserta, giù tutte le serrande delle tradizionali botteghe dei maestri presepiali che hanno reso famosa la via in tutto il mondo. I titolari in piazza a protestare.

A Napoli il coronaviurs Sars-Cov2, oltre alle vite e alla salute di tanti cittadini, si è portato via anche la magia del Natale e, con essa, un indotto notevole, quello appunto dei maestri presepiali, voce importante del tessuto economico e turistico della città che fa parte, a pieno titolo, anche del patrimonio artistico-culturale partenopeo.

È per questo che gli artigiani di San Gregorio Armeno ora chiedono aiuti concreti.