Napoli, de Magistris: immigrati aggrediti? Grave atto bullismo

Psc

Napoli, 13 ago. (askanews) - "Non si può affermare con certezza che si sia trattato di un fenomeno di razzismo, ma sicuramente si è trattato di un grave atto di bullismo che si configura sempre come l'aggressione a chi è apertamente piu debole o è stigmatizzato come tale". Così, in una nota, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dall'assessore ai Diritti di cittadinanza, Laura Marmorale, commentando l'aggressione ai danni di due immigrati del Bangladesh avvenuta nei pressi del lungomare nella notte tra domenica e lunedì scorsi. "Ultimamente la propaganda di una certa politica ci consegna i migranti come le figure più marginali della nostra società. Gli saremo vicino in questi giorni anche avvalendoci del supporto dei mediatori linguistici culturali", hanno proseguito nel comunicato per la stampa. Questa mattina l'assessore Marmorale si è recata all'ospedale Cardarelli per seguire da vicino l'evolversi del quadro clinico dell'uomo di nazionalità bengalese aggredito da un gruppo di ignoti in via Generale Orsini. "L'uomo versa in condizioni gravi, ma per fortuna non è in pericolo di vita ed è stato assistito con generi di prima necessità nelle prime ore dai generosi familiari di altri pazienti mentre già in giornata operatori sociali del Comune provvederanno a consegnargli indumenti ed altri generi di conforto", hanno fatto sapere da Palazzo San Giacomo.