Napoli, De Magistris: nessuna emergenza rifiuti

Psc
·1 minuto per la lettura

Napoli, 15 lug. (askanews) - "Se mi fossi candidato (alle Regionali, ndr) ora saremmo in dissesto". Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, interpellato sulla presenza di immondizia non raccolta in alcune aree periferiche della città. "Non c'è un problema di emergenza rifiuti, ma un problema connesso a criticità episodiche sulle quali non bisogna mai abbassare la guardia. Quando si avvicinano le fasi elettorali può accadere di tutto ed è per questo anche che - ha aggiunto - ho deciso di non candidarmi, perché se mi fossi candidato ora saremmo in dissesto, lo posso mettere per iscritto". "Dissesto - ha spiegato - avrebbe significato che i creditori non sarebbero stati pagati, mentre invece a settembre noi pagheremo tutti i creditori del Comune grazie all'azione che, insieme ad altri sindaci, abbiamo messo in campo. Se mi fossi candidato non avrei potuto farlo". Secondo l'ex pm teme che ci siano "persone che a tutto pensano, tranne che al bene di Napoli. Questo vale nel settore dei rifiuti, dei trasporti come del decoro, del lavoro e di altri settori. In Italia l'autunno sarà molto caldo e sarà caldo anche a Napoli", ha concluso.