Napoli, mascherine vendute con rincari dal 300 a 6000%

Napoli, mascherine vendute con rincari dal 300 a 6000%

Roma, 16 mar. (askanews) – Mascherine vendute con rincari che andavano dal 300 al 6000% rispetto al loro prezzo d’acquisto. Continuano le truffe e le speculazioni sull’emergenza coronavirus in Italia.

Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura di Napoli

Nord per verificare ipotesi di reato riguardanti manovre

speculative su prodotti sanitari e disinfettanti di difficile

reperimento a causa del Covid-19, la Guardia di finanza di

Giugliano, nel corso di un controllo a fine febbraio, ha posto

sotto sequestro circa 10mila mascherine in una parafarmacia di

Varcaturo, vendute con rincari fino al 6150%.

La farmacia, il cui valore è stato stimato in circa 400mila euro

è stata poi sottoposta a sequestro mentre le mascherine sono

state cedute per il loro reale valore all’ospedale Cotugno di

Napoli, in prima linea per fronteggiare l’emergenza sanitaria.