Napoli, morta la vicesindaca Mia Filippone: aveva 68 anni

mia filippone
mia filippone

La vicesindaca di Napoli Maria Filippone, detta “Mia” è morta all’età di 68 anni. L’ex docente di latino e greco lo scorso 13 giugno era stata ricoverata per problemi cardiocircolatori. Il ricordo del sindaco Manfredi “Un punto di riferimento della città”.

Morta la vicesindaca di Napoli: aveva 68 anni

La vicesindaca di Napoli Maria Filippone, detta “Mia” è morta nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 luglio.

Lo scorso 13 giugno l’ex assessora alla Scuola e preside dei licei Sannazaro e Genovesi era stata ricoverata al Policlinico dopo aver accusato problemi cardiocircolatori.

Il cordoglio del sindaco: “Punto di riferimento per la città”

Gli assessori e l’intera amministrazione comunale di Napoli si stringono attorno alla famiglia di Filippone, compreso il sindaco in carica Gaetano Manfredi: “Se ne va una persona straordinaria, generosa e illuminata che ha sempre messo al centro della sua vita la passione civile e il bene comune. Mia era e sarà per sempre un punto di riferimento per la città“.

Le reazioni

Tante le manifestazioni di affetto e cordoglio da parte di colleghi e personaggi pubblici della città partenopea.

Sono vicino alla famiglia della professoressa Mia Filippone, prematuramente scomparsa, della quale ricordo l’amore per i ragazzi e per la scuola pubblica ed il suo costante impegno per la città e per il suo riscatto, soprattutto attraverso la cultura“, questo è il messaggio dell’ex sindaco Luigi de Magistris.

Marco Sarracino, segretario PD descrive così la vicesindaca scomparsa: “Napoli perde una persona straordinaria. Mia Filippone era una persona gentile, tenace, appassionata del suo lavoro, innamorata della nostra città. Non ci sono parole per quanto avvenuto. Ci mancherà tantissimo“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli