Napoli, morto un ragazzo di trent'anni dopo il ricovero in ospedale

·1 minuto per la lettura
Quarto morto 30 anni
Quarto morto 30 anni

Tutta la comunità di Quarto, gli amici e i familiari esprimono l’immenso dolore per il vuoto lasciato dalla perdita di Cristian Trincone, morto a soli 30 anni durante il ricovero in ospedale. Numerosi i messaggi di cordoglio, tante le frasi di affetto e i ricordi a lui dedicati.

Quarto, Cristian è morto a 30 anni: i funerali

Lascia un vuoto incolmabile la perdita di Cristian Trincone, il trentenne di Quarto deceduto al II Policlinico di Napoli, dove era ricoverato. i funerali si sono celebrati mercoledì 1 settembre alle ore 15.30 presso la Parrocchia Gesù Divin Maestro, a Quarto.

Ne danno il triste annuncio la madre, i fratelli, la sorella, la fidanzata, il cognato, le cognate, i nipoti e i parenti tutti.

Quarto, Cristian morto a 30 anni: il cordoglio dei compagni di squadra

I compagni di squadra della Real Partenope 2011 hanno dedicato a Cristian un ultimo saluto.

Lo hanno fatto con un post su Facebook, dove si legge:Sei volato via troppo presto e senza salutarci fratello nostro… “Trinco” ci hai spezzato il cuore… La società Real Partenope 2011 piange e si stringe al dolore dei suoi cari e fa le proprie sentite condoglianze alla Famiglia Trincone/Bruno”.

Quarto, Cristian morto a 30 anni: i messaggi degli amici

A commentare la triste perdita sono anche gli amici di Cristian, alcuni dei quali hanno condiviso il proprio dolore sui social, esprimendo il sincero affetto verso il trentenne.

“Avevi 9 anni quando sei entrato in casa nostra. Ricordo ogni istante: il tuo sorriso, il tuo modo di camminare… Tutto. Potrei scrivere tanto, ma scelgo di non scrivere nulla. Non oso immaginare il dolore dei tuoi cari, ma soprattutto della tua mamma. Tvb piccolo. Lasci un bagaglio di ricordi”, sono le parole dolci di un’amica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli