Napoli: patto antiabusivismo Comune-Procura, un abbattimento ogni tre giorni

Napoli, 29 feb. - (Adnkronos) - Dalle 'Mani sulla citta'', film di Francesco Rosi datato 1963 che raccontava la Napoli dell'abusivismo edilizio selvaggio, alle "mani per la citta', che si mettono in movimento per distruggere i 'mostri'". E' il messaggio lanciato dall'Amministrazione comunale di Napoli, attraverso le voci del sindaco Luigi de Magistris e dell'assessore all'Urbanistica Luigi De Falco, e dall'Autorita' giudiziaria rappresentata dal procuratore aggiunto Aldo De Chiara. Insieme dichiarano guerra all'abusivismo edilizio e l'arma utilizzata sara' quella degli abbattimenti.

Si comincia oggi con l'ecomostro di cemento dell'Arenella, in Via Cattaneo per il quale, spiega De Chiara, "i soggetti proprietari hanno iniziato l'autodemolizione, hanno capito che non si poteva piu' perdere tempo e che le istituzioni fanno seriamente". Quella del ''mostro' dell'Arenella "e' una vicenda iniziata nel 1985, nel 1988 e' stato sequestrato e solo oggi, dopo 25 anni, si applica la sanzione piu' assorbente: l'abbattimento. Questo - spiega ancora De Chiara - grazie al lavoro di Procura e Amministrazione comunale, alla quale va dato atto del notevole impegno".

Il piano per il 2012 e' di "un abbattimento ogni tre giorni", circa 100, sull scia di quanto fatto nel 2011 quando gli edifici abusivi demoliti sono stati 85. "Un cambio di passo", spiega De Falco, rispetto agli anni precedenti: 15 abbattimenti nel 2010, 32 nel 2009. (segue)

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno