Napoli, ragazza malmenata per un futile motivo: cosa è successo?

violenza
violenza

Una ragazza è stata malmenata dopo aver pestato per sbaglio un piede a una sua coetanea. La sventurata avrebbe inoltre subito un tentativo di strangolamento. Ha riportato una frattura alle costole e, inoltre, avrebbe difficoltà nella deglutizione per i traumi subiti. È accaduto lo scorso 14 maggio intorno alle 17 nella zona di Borgo Sant’Antonio Abate. È stato il consigliere comunale Emilio Borrelli (Europa Verde) a denunciare l’aggressione. Raccogliendo la segnalazione da parte dei commercianti della zona, Borreli ha commentato l’evento con le seguenti dichiarazioni riportate da FanPage: “Una violenza urbana fuori controllo sempre più imperante nelle strade di Napoli”.

Napoli, ragazza malmenata: aggredita verbalmente e fisicamente

Secondo le prime ricostruzioni la ragazza era appena uscita da una bottega quando ha erroneamente pestato un piede a una coetanea di colore che in quel momento era in compagnia di un’amica. Nonostante la giovane si sia scusata, sarebbe stata aggredita prima verbalmente e poi fisicamente. Le due ragazze l’hanno accusata di averlo fatto apposta.

Borrelli: “Tentativo di strangolamento”

Emilio Borrelli ha spiegato: “In pochi secondi la vittima è colpita da schiaffi e pugni a raffica e una delle autrici del pestaggio le mette le mani alla gola tentando di strangolarla. Solo l’intervento dei presenti ha evitato il peggio, mentre le due ragazze si sono dileguate nei vicoli del borgo”. Soccorsa dal 118, la poverina è stata portata a Villa Betania. Borrelli ha concluso: “Alla vittima tornata ieri sera a casa, con una frattura alle costole e difficoltà a deglutire per i traumi, va la mia solidarietà augurandole di guarire presto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli