Napoli ricorda Siani, Fico: serve soluzione definiva alla Camorra

Napoli, 23 set. (askanews) - Il testamento morale del giornalista Giancarlo Siani, ucciso a soli 26 anni dalla Camorra il 23 settembre 1985, è ancora materia viva. Non solo negli oggetti che ce lo ricordano. A Napoli ha aperto i battenti la sala della memoria, presso il Pan, per ricordare le vittime innocenti della criminalità organizzata: quelle anime belle come Siani, che dalla Camorra è stato ammazzato.

A 34 anni dalla sua scomparsa, la lezione del passato è più nuova che mai, come ha fatto notare il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

A partecipare agli eventi dedicati alla memoria di Siani anche il presidente della Camera dei deputati Roberto Fico, che ha sottolineato la necessità non del contenimento, ma una soluzione definitiva alla criminalità organizzata.

"In modo che la criminalità organizzata non possa proprio più nascere, perchè non ci siano più le condizioni".

Secondo Fico la soluzione definitiva arriva soltanto modificando la cultura, con un lavoro profondo a partire alle scuole. La condanna di un omicidio non basta, si deve fare molto di più.