Napoli, ruba Gratta e Vinci da 500mila euro a una anziana: tabaccaio arrestato

·1 minuto per la lettura
(Photo by Alfonso Di Vincenzo/KONTROLAB/LightRocket via Getty Images)
(Photo by Alfonso Di Vincenzo/KONTROLAB/LightRocket via Getty Images)

Una storia incredibile quella avvenuta a Napoli, dove una signora anziana ha vinto 500mila euro con un Gratta e Vinci, ma se lo è visto portare via dal tabaccaio. La donna ha chiesto al proprietario della tabaccheria di confermarle se davvero aveva vinto. Per tutta risposta, questi ha messo in tasca il tagliando vincente ed è scappato via con lo scooter. L'uomo è stato fermato dalla polizia di frontiera all'aeroporto di Fiumicino, dove avrebbe voluto imbarcarsi su un volo per le Canarie. 

LEGGI ANCHE: Napoli, vinti 500mila euro al Gratta e Vinci. Titolare ruba il biglietto

Appena avvenuto il furto, la signora aveva allertato le forze dell'ordine, ancora incredula per l'accaduto. "Gli ho chiesto di controllare se aveva vinto per davvero", ha spiegato. La donna, dopo aver scoperto di avere vinto, era infatti tornata nella tabaccheria per avere conferma della vincita. Avrebbe, quindi, consegnato il Gratta e vinci a un dipendente, che ne ha validato la vincita tramite un dispositivo elettronico. Per ulteriore conferma, questi avrebbe mostrato la scommessa a uno dei titolari della tabaccheria, che lo ha infilato in tasca ed è fuggito. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Lanciano, comprati Gratta e Vinci con i soldi della rapina

Il tabaccaio è stato trovato in possesso di un biglietto per Fuerteventura, ma non del tagliando vincente. E' stato denunciato per furto, in stato di libertà. I carabinieri stanno ora cercando il Gratta e vinci. Il tabaccaio potrebbe, comunque, subire la revoca della licenza da parte dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

LEGGI ANCHE: Uomo vince più di 156 milioni di euro al Superenalotto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli