Napoli, Sarri incorona Insigne: "Giocatore internazionale, va tenuto fuori dalle rotazioni"

Sarri dopo la gara contro lo Shakhtar: "Insigne è un giocatore che va tenuto fuori dalle rotazioni, difficile rinunciarci se non per qualche minuto".

Un Napoli autore di un bel secondo tempo ha battuto lo Shakhtar Donetsk per 3-0 ed ha così mantenuto ancora acceso una piccola speranza di qualificazione agli ottavi di finale. Al termine del match ha parlato il tecnico partenopeo Maurizio Sarri.

I suoi gli sono piaciuti soprattutto nella seconda frazione di gioco e verso la fine del primo tempo. "La prestazione è stata buona non appena siamo riusciti a salire bene come pressione e come baricentro. Abbiamo un po' sofferto il loro palleggio di ottimo livello nei primi 30 minuti. Nel secondo tempo le cose sono andate bene, abbiamo vinto e dimostrato che teniamo alla Champions oltre che al campionato.

I centrocampisti sono migliorati, su tutti Diawara ed anche Hamsik: se Marek comincia a giocare sono guai per tutti. Qualificazione? Purtroppo non dipende da noi, oltre a vincere contro il Feyenoord dobbiamo sperare anche in altro. Rispetto alla garan di andata siamo cresciuti dal punto di vista fisico, se non stai bene come all'andata squadre come lo Shakhtar ti possono mettere in difficoltà".

Del suo poco turn-over non farà mai parte Lorenzo Insigne, protagonista anche con gli ucraini dopo esserlo stato sabato scorso contro il Milan. "Lorenzo negli ultimi 3 anni è cresciuto tantissimo, adesso è un giocatore di livello internazionale. E' uno di quei giocatori che devono essere tenuti fuori dalle rotazioni per la loro importanza. Non ci si può rinunciare a priori ad uno del genere, almeno io non ci riesco. Ogni tanto gli si possono risparmiare dei minuti come stasera quando le cose si mettono bene".

Menzione a parte anche per Maggio e per la prestazione del reparto difensivo. "Complessivamente è stata una buona prestazione dal punto di vista difensivo. Maggio sta rigiocando negli ultimi tempi e lo sta facendo bene. Si è fatto trovare pronto sia dal punto di vista fisico che da quello mentale, dimostrazione che parliamo di un ragazzo con dei valori. Mario Rui? Ha qualità, in alcuni frangenti delle partite quando il campo è aperto penso possa giocare pure più alto".

Nessun rammarico per lo spirito, forse eccessivamente offensivo, con il quale sono state giocate le precedenti partite. "Quando ti giochi le partite è chiaro che fai goal, ma se per esempio becchi il City ci sta anche che ti possano fare loro qualche goal".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità