Napoli, sequestrate 8 tonnellate sigarette contraffatte: 3 arresti

Sav

Roma, 18 dic. (askanews) - Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato nell'agro nocerino-sarnese oltre 8 tonnellate di sigarette di contrabbando, per un totale di 40.500 stecche provenienti dall'est Europa, che avrebbero fruttato sul mercato quasi 2 milioni di euro.

In particolare, i finanzieri di Giugliano in Campania, dopo aver notato un furgone che per un lungo tragitto precedeva un TIR con targa polacca, hanno avviato un inseguimento che si è protratto fino a quando il camioncino e l'autotreno sono entrati all'interno dei magazzini di una società di logistica di Mercato San Severino (Salerno). I successivi controlli da parte delle Fiamme Gialle Giuglianesi operati sui mezzi di trasporto hanno permesso di riscontrare che le "bionde" erano nascoste dietro dei bancali ricolmi di "corn flakes" ed avevano il marchio falso della "Marlboro Light". I pacchetti, infatti, riportavano tutti lo stesso codice alfanumerico per la tracciatura del prodotto. Al termine dell'operazione, i finanzieri, oltre ad aver intercettato le sigarette e sequestrato il TIR, il furgone e i prodotti alimentari utilizzati come carico di copertura, hanno arrestato i 3 corrieri, tutti ucraini.

Nel 2019 la GdF di Napoli ha operato 1.323 interventi nel settore, sequestrato oltre 70 tonnellate di tabacchi, denunciato 700 persone ed arrestandone altre 109.