Napoli, sequestrate all'aeroporto due tartarughe: ecco perché


Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in servizio presso l’aeroporto di Capodichino, Napoli, hanno sequestrato 2 tartarughe vive appartenenti alla specie “testudo marginata”.

Gli esemplari, rientranti tra le specie di fauna e flora selvatiche minacciate di estinzione, erano sprovvisti dei regolari certificati d’importazione C.I.T.E.S., secondo quanto previsto dalla Convenzione di Washington.

Le due tartarughe viaggiavano insieme a un passeggero proveniente da Accra (Ghana) via Milano, che è stato denunciato.


GUARDA IL VIDEO: Sorrento, le piccole tartarughe rilasciate in mare


Le testuggini sono state consegnate agli assistenti sanitari e ai medici veterinari per il completamento delle procedure sanitarie.

“L’attività di contrasto al commercio di specie a rischio di estinzione - ha fa sapere il Comando Provinciale di Napoli - è considerata. A questo proposito, quotidianamente, vengono eseguiti controlli nei confronti di passeggeri e merci in arrivo e in partenza dallo scalo del capoluogo campano”.