Napoli, smantellata organizzazione narcotrafficanti: 24 arresti

Napoli, 4 feb. (askanews) - Gestiva una nota trattoria gourmet a Posillipo e percepiva il redditto di cittadinanza. Ma soprattutto Ciro Capasso era considerato il broker del narcotraffico per conto di alcuni clan camorristici. L'uomo è uno dei 24 indagati raggiunti oggi da un'ordinanza di custodia cuatelare nell'ambito di un'operazione della guardia di finanza di Napoli che ha portato allo smantellamento di un'organizzazione di narcotrafficanti che operava tra la Campania ed il Lazio. Sequestrate tra Napoli e Caserta società, immobili, veicoli e rapporti finanziari, per un valore complessivo di oltre 1 milione di euro.

Capasso è ritenuto vicino al clan camorristico degli Scissionisti nonché all'ala economica dei Contini. Tra i sequestri, anche il noto ristorante Tufò di Napoli, dove secondo le indagini si sarebbero tenute alcune riunioni dell'organizzazione criminale.