Napoli, spara davanti a bar: 4 ragazzi feriti, 2 sono gravi

(Adnkronos) - Ruba la pistola a una guardia giurata e la usa per esplodere diversi colpi contro alcuni ragazzi davanti a un bar. E successo poco prima di mezzanotte a Qualiano, in provincia di Napoli. L'autore del gesto è stato identificato e arrestato, mentre i quattro giovani feriti sono finiti in ospedale, due dei quali in gravi condizioni. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, M.B., 37enne di Torre Annunziata (Napoli) già noto alle forze dell'ordine, con la minaccia di un coltello ha rubato la pistola a un vigilante, poi in sella a una bici elettrica ha esploso diversi colpi d’arma da fuoco contro alcuni ragazzi in sosta davanti a un bar in via Rosselli di Qualiano. Ne ha colpiti 4: due sono ricoverati in prognosi riservata e in pericolo di vita, uno è stato dimesso e l’altro ha subito un intervento chirurgico e rimane in osservazione. I carabinieri della sezione operativa di Giugliano, insieme a quelli della stazione di Qualiano, sono riusciti in poche ore a identificare l’uomo che avrebbe premuto il grilletto e lo hanno rintracciato questa mattina intorno alle 6.30.

I quattro ragazzi feriti sono un 19enne di Villaricca e tre 18enni, due dei quali di Mugnano e uno di Napoli. Si trovavano davanti al bar "Nirvana Spritz" nel centro del piccolo comune alle porte di Napoli. L'uomo che ha esploso i colpi è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio plurimo, porto di arma comune da sparo e rapina aggravata emesso dalla Procura di Napoli Nord, con sede ad Aversa (Caserta) ma competente sul territorio di Qualiano. Sul posto, i Carabinieri intervenuti hanno trovato 6 bossoli calibro 9x21.

Il 37enne M.B. è stato quindi portato nel carcere napoletano di Poggioreale e interrogato dal pm della Procura di Napoli Nord, che coordina le indagini sull'accaduto. Non è stata ancora definita la data per l'udienza di convalida del fermo.

IL SINDACO: "RABBIA E SCONCERTO" - Esprime "rabbia e sconcerto" Raffaele de Leonardis, sindaco di Qualiano, per quanto accaduto ieri sera. "Ringrazio i Carabinieri che hanno assicurato il responsabile alla giustizia in poche ore - dichiara de Leonardis - adesso è il momento di pregare per i due giovani ricoverati in ospedale. Sono vicino al dolore delle famiglie".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli