Napoli, Verdi: donna aggredita da 'Samara' finisce in ospedale

Red/Nav

Roma, 7 set. (askanews) - "I giovani seguono sempre più spesso le mode che diventano virali sui social network senza preoccuparsi di compiere gesti pericolosi o addirittura illegali. La Samara Challenge è solo l'ultima in ordine di tempo. In tutte le città d'Italia i ragazzi, negli ultimi tempi, si stanno travestendo da Samara, il personaggio protagonista del film horror The Ring, per spaventare goliardicamente i passanti, ma è assurdo e inaccettabile che una donna sia finita addirittura in ospedale perché aggredita mentre tornava a casa in piena notte. Si è sfiorata una tragedia". Lo hanno dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e Gianni Simioli, conduttore radiofonico.

"La salute e la tranquillità delle persone non possono essere messe a rischio da una goliardata giovanile. Mi chiedo dove siano i genitori di questi ragazzi, se li vedono uscire di casa travestiti e armati, come purtroppo sta accadendo spesso. Mi domando - hanno aggiunto Borrelli e Simioli - se si chiedono dove vanno e cosa fanno, se si preoccupano di loro. C'è bisogno di una presa di coscienza da parte di tutti. Questi fenomeni sono dannosi, per chi li mette in atto e per chi li subisce e basta poco per trasformare un gioco tra ragazzi in una tragedia. Non è normale che un ragazzo, in età da liceo, esca di casa travestito e armato in piena notte, anche se solo per gioco. I genitori sono i primi responsabili di quanto sta accadendo. Si faccia al più presto luce su questi fenomeni per arginare tutte le derive illegali e pericolose che scaturiscono da questi comportamenti scellerati. Le istituzioni e le forze dell'ordine non prendano sotto gamba questa vicenda".