Narrastorie con Cristicchi alla ricerca della felicità

xfi

Firenze, 6 ago. (askanews) - Un viaggio di sette giorni alla ricerca della felicità. Questo il cuore della quarta edizione del 'Narrastorie', il festival del racconto di strada dedicato alla tradizione orale e al teatro di narrazione, in programma ad Arcidosso (Grosseto) dal 19 al 25 agosto. Simone Cristicchi è il direttore artistico e ideatore del festival. Per un'intera settimana Narrastorie animerà il borgo medievale alle pendici del Monte Amiata, con concerti, pièce teatrali, incontri e letture. All'ombra della Rocca Aldobrandesca, la sera arriveranno artisti come Simone Cristicchi, Mogol, Arisa, Moni Ovadia, Valentina Lodovini, Andrea Rivera, mentre nel pomeriggio la parola passerà a personalità della filosofia e della spiritualità come il sacerdote Don Luigi Verdi, il monaco zen Pino Doden, il filosofo Marco Guzzi, il teologo e sacerdote Guidalberto Bormolini, la scrittrice Claudia Cinquemani e l'attore Lugi D'Elia. "Credo fermamente - ha sottolineato Cristicchi - che per fondare un'idea di futuro, i tempi che viviamo necessitino di un'inversione di marcia, di un cambio di prospettiva capace di farci vedere la realtà con occhi nuovi, ristabilendo un ordine di priorità, fuori e dentro di noi: individuare quali sono le cose davvero importanti, le parole fondamentali che possano risvegliare la 'scintilla di luce' coperta dalla cenere della modernità. Ammettere il mutamento antropologico in atto, e provare ad attrezzarsi per affrontarlo con autocritica e sincerità, è un primo passo verso quell'equilibrio salvifico, in grado di trasmutarci in altre forme, migliori. Soltanto attraverso un equilibrio tra Spirito e Materia l'essere umano può continuare ad evolversi". Per Eugenio Giani, presidente del consiglio regionale della Toscana "non saremo mai abbastanza grati a Simone Cristicchi, figura evocativa, amico vero della nostra regione, che con profondità intellettuale interpreta la Toscana diffusa e ha il coraggio di interrogarci e accompagnarci in un viaggio tra spirito e materia".