Nas oscurano due siti che vendevano vaccini contro il Covid

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 dic. (askanews) - Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute hanno hanno oscurato due siti che pubblicizzavano e offrivano in vendita vaccini per il Covid-19 e l'influenza entrambi soggetti all'obbligo di prescrizione medica e vendibili solo in farmacia da parte di farmacista abilitato.

L'esame del primo sito, strutturato apparentemente in modo simile a una piattaforma di e-commerce, in cui venivano promosse e pubblicizzate svariate tipologie di beni prodotti e distribuiti da terzi, tra cui anche molti afferenti al settore sanitario, favorendo dunque l'incontro tra domanda e offerta, ha consentito ai carabinieri del Nas di rilevare che nella "vetrina virtuale", tramite apposita sezione dedicata al "SarsCov-2", erano presentati 3 asseriti vaccini per il COVID-19 potenzialmente acquistabili anche da utenti connessi dal territorio nazionale.

L'analisi del secondo sito web, anch'esso liberamente raggiungibile, ha permesso ai carabinieri di evidenziare la presenza di 2 vaccini antinfluenzali per i quali l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha emesso, nello scorso mese di ottobre 2020, un "Medical product alert" relativo a possibili partite contraffatte in area centroamericana. Il contingente avvio delle profilassi vaccinali, rende necessario rinnovare, ancora una volta, l'invito ad attenersi solo alle indicazioni fornite dagli Organi ufficialmente preposti, consultando i relativi siti istituzionali, in merito alla presenza di offerte sul web di farmaci non autorizzati o di dubbia provenienza.