Nas ha sequestrato a Malpensa 25.500 farmaci anti-Covid illegali

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 gen. (askanews) - Ieri i carabinieri del Nas di Milano hanno sequestrato all'aeroporto di Malpensa (Varese) 25.500 confezioni di farmaci anti-Covid illegali provenienti dall'Asia Orientale. Lo ha riferito l'Arma, spiegando che la scoperta di sei spedizioni di farmaci provenienti dall'Asia Orientale è stata fatta a seguito degli sviluppi dell'indagine che lo scorso 22 gennaio aveva portato al sequestro penale di 64.320 capsule e 55 flaconi di sciroppo a base del principio "Lianhua Qingwen Jiaonang", importate illegalmente dalla Cina.

Sempre secondo quanto spiegato in una nota, le partite di farmaci erano state importate dall'Associazione cinese di Milano che opera a favore della locale comunità, e introdotte illegalmente in Italia. Nel dettaglio, contenevano 19.200 compresse del farmaco denominato "Lianhua Qingwen Jiaonang", e 6.300 bustine granulari della specialità medicinale denominata "Zhongyao Peifang Keli": tutti farmaci privi delle prescritte autorizzazioni all'immissione in commercio rilasciate dall'Agenzia italiana del farmaco.

I carabinieri hanno anche denunciato alla Procura di Busto Arsizio (Varese) per importazione e commercio illecito di farmaci, un cittadino cinese "che risultava essere il coordinatore dell'Associazione e il destinatario finale della merce". I farmaci sequestrati sono ora a disposizione dei magistrati che potranno disporre gli esami per verificare il contenuto delle capsule e accertare se esista un pericolo per la salute dei consumatori.