Nasce la valigia porta-vino da imbarcare, per un trasporto in totale sicurezza.

(Adnkronos) - Essere enoturisti in giro per il mondo e ritrovarsi nell’impossibilità di acquistare bottiglie di vino, birra o distillati. Succede spesso, soprattutto quando le bottiglie acquistate sono poche e le spese di spedizione importanti, e soprattutto quando il nostro mezzo di trasporto non è un’auto. Se siamo in giro per cantine, in Italia o all’estero, sarà molto difficile (se non impossibile), portare a destinazione i nostri acquisti. Dinanzi ai numeri di un enoturismo in costante crescita, l’azienda FlyWithWine ha progettato e realizzato una valigia di lusso che permette di imbarcare comodamente e in sicurezza, vino, birra e distillati. Sicura nel transito da un volo all’altro, da un aeroporto all’altro. Una risposta pratica a un costo che, secondo Ryan Neergaard di FlyWithWine, viene già ammortizzato al primo viaggio, soprattutto per gli enoturisti provenienti da paesi come Giappone, Cina, Canada e Sud America. "Si tratta fondamentalmente di una valigia di vino che può essere imbarcata in aereo - spiega Neergaard -. L'idea ci è venuta pensando a tutti coloro che visitano un'azienda vinicola e vogliono portare del vino a casa".

La valigia è pensata come uno zaino, una soluzione di viaggio comoda anche per gli appassionati di escursionismo, mountain bike, o di viaggi su strada, che all’occorrenza diventa un normale bagaglio da trasportare senza liquidi a bordo delle compagnie aeree. Design flessibile - tutti gli inserti possono essere estratti - può contenere da due a quattro, fino a sei, otto, dieci o dodici bottiglie.

Adnkronos - Vendemmie