Nasce a Milano il Centro Nazionale per la Mobilità Sostenibile

(Adnkronos) - È stato firmato ieri l’atto costitutivo del Centro Nazionale per la Mobilità Sostenibile, che sorgerà a Milano tramite un connubio pubblico-privato. Venticinque università e relativi centri di ricerca hanno unito le forze con 24 grandi imprese attive nell’ambito della mobilità e delle infrastrutture con l’obiettivo di accompagnare la transizione green e digitale del comparto in un’ottica sostenibile, garantendo la transizione industriale e supportando le istituzioni locali nell’implementazione di soluzioni moderne, sostenibili e inclusive nelle città e regioni del Paese.

Un investimento di 394milioni di euro per i primi tre anni (2023-2025) con il coinvolgimento di 696 ricercatori degli enti partner e di 574 neoassunti, che vuole rappresentare uno strumento reale per la crescita e lo sviluppo di un settore chiave come quello della mobilità. Saranno cinque i vettori del progetto, ovvero le aree e gli ambiti tecnologici di maggiore interesse: mobilità aerea, veicoli stradali sostenibili, trasporto per vie d’acqua e ferroviario, veicoli leggeri e mobilità attiva. Il Centro Nazionale si occuperà di rendere il sistema della mobilità più green nel suo complesso e più digitale nella gestione attraverso soluzioni leggere e sistemi di propulsione elettrica e a idrogeno, sistemi digitali per la riduzione degli incidenti, soluzioni più efficaci per il trasporto pubblico e la logistica e un nuovo modello di mobilità, come servizio, accessibile e inclusiva.

Sarà strutturato con un punto centrale (Milano) e 14 nodi distribuiti in modo capillare da Nord a Sud, a garanzia di quel riequilibro territoriale alla base delle iniziative indicate dal PNRR (Missione 4.2, From Research to Business) con l'obiettivo di modernizzare il Paese. «Il Centro Nazionale per la Mobilità risponde a una delle missioni chiave del PNRR: passare dalla ricerca all’impresa in un’ottica di filiera e di collaborazione estesa. Punti di forza saranno progetti ad alta maturità tecnologica con il preciso intento di dare una risposta concreta ai bisogni del Paese in una prospettiva di lungo termine che superi la scadenza del 2026. È questo il nostro impegno. È questa l’occasione per attuare riforme strutturali. Una partita che siamo disposti a giocare fino in fondo» commenta Ferruccio Resta, Rettore del Politecnico di Milano, ente proponente del Centro per la Mobilità Sostenibile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli