Nasce Tortuga, il magazine della "cultura lenta"

·2 minuto per la lettura

AGI - È on line da oggi il nuovo giornale di cultura  “Tortuga Magazine”: www.tortugamagazine.com

Un progetto sostenuto dall'Associazione culturale ENEA, ente senza scopo di lucro per la promozione e la difesa della cultura italica nel mondo, presieduta da Luca Saltini. Il redattore responsabile della rivista è lo scrittore Marco Ciriello.

L'idea originale nasce dall'iniziativa di un folto gruppo di giornalisti, scrittori, funzionari editoriali, organizzatori culturali, artisti, studiosi. L'obiettivo è quello di pensare a una terza pagina rivolgendosi a un pubblico internazionale - diversi studi indicano come interessate alla cultura italica nel mondo oltre 200 milioni di persone - sviluppando un approccio alle notizie alternativo all'infotainment e alla comunicazione sincopata delle breaking news.

“Tortuga” (tartaruga) richiama a un'idea di cultura che vuole essere lenta e fuori dalla logica della fretta e della superficialità. È un nome evidentemente salgariano, legato quindi a uno degli autori italiani più noti al mondo, letti, tuttora tradotti, che consente di fondere nell'immaginario l'italicità, l'amore per l'italian way of life (che certo non è solo degli Italiani), con uno sguardo internazionale.

Da subito in pagina ritratti, interviste, approfondimenti. Libri, musica, poesia, serie tv: l'attenzione va a mezzi espressivi differenti. Il giornale vuole essere occasione di incontro con percorsi intellettuali significativi e fuori dalle logiche mainstream. Spazio da subito a grandi rimossi della cultura italica - come Guido Morselli - al rapporto complicato tra Europa e Russia dai tempi del Samizdat, alla memoria di un grande italico - il musicista Astor Piazzolla - a pezzi legati alla crisi del giornalismo, a una certa idea di Mediterraneo. Ci sarà un omaggio a Giulio Giorello e l'editoriale della rivista è dedicato al tema dell'impegno degli scrittori oggi.

Tra i primi collaboratori: Armando Torno, Daniele Bresciani, Amleto De Silva, Gioacchino Criaco, Bianca Fenizia, Jacopo Guerriero, Massimo Maggiari, Max Ferrarotti, Giulio Marioni, Paola Del Zoppo, Alessandra Minervini, Giovanni Savino, Ruggero D'Alessandro, Silvia Stucchi. Le illustrazioni sono del pittore Fabio Mingarelli.