**Nassiriya: Fico, 'onore a uomini e donne caduti per la pace'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 nov. (Adnkronos) – "Il mio pensiero commosso va oggi alle vittime di quella terribile strage e a tutti gli italiani che hanno perso la vita in altri Paesi nell'adempimento del loro dovere, così come alle loro famiglie che hanno pagato un tributo altissimo in termini di dolore e di sofferenza. Le Istituzioni e tutta la comunità nazionale devono rinnovare un sentimento di profonda gratitudine verso queste donne e uomini che con dedizione, lontani dagli affetti, hanno reso onore al nostro Paese. Essi incarnano lo spirito più autentico delle missioni internazionali che è, e deve restare sempre, quello di uno strumento al servizio della causa della pace". Lo ha sottolineato il presidente della Camera, Roberto Fico, in una cerimonia a Montecitorio in occasione della 'Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace', nell'anniversario dell'attentato di Nassiriya.

"'Ripudiare la guerra', come prevede la nostra Carta costituzionale, significa, soprattutto, mantenere e ripristinare la pacifica convivenza tra i popoli sulla base dei valori di democrazia, giustizia e libertà. Ciò richiede -ha rimarcato Fico- la forza del negoziato multilaterale e dei progetti di cooperazione, le azioni di disarmo e di stabilizzazione delle aree a rischio, le misure di contrasto al terrorismo come pure il sostegno umanitario alle popolazioni coinvolte dalle crisi".

"I nostri connazionali che partecipano alle missioni, mettendo a rischio la loro vita, sono dunque gli artefici di un impegno volto a garantire livelli crescenti di sicurezza globali e per giungere -ha concluso il presidente della Camera- ad una pace diffusa, autentica e duratura".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli