Nassiriya, Mattarella: "Italia esempio per operazioni pace e tutela diritti"

·2 minuto per la lettura

"Nella 'Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace' desidero rivolgere il mio commosso pensiero a tutti i nostri concittadini vittime durante iniziative apprestate per soccorrere e assistere popolazioni in condizioni di fragilità, per contribuire al ripristino della stabilità e della sicurezza e per affermare i valori di rispetto della dignità umana nelle aree in cui l’Italia è chiamata ad operare nel contesto della Comunità internazionale. Nelle operazioni di ristabilimento della pace e per la tutela dei diritti fondamentali dell'uomo, la Repubblica Italiana continua a rappresentare un esempio, grazie alla vicinanza e alla capacità di dialogo con le popolazioni locali". Lo scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al ministro della Difesa, Lorenzo Guerini.

"A quanti vi sono impegnati -prosegue il Capo dello Stato- vanno l’apprezzamento e la gratitudine del Paese. Una nuova pagina è stata scritta in questo periodo di emergenza sanitaria che si è aggiunta alle altre dure prove alle quali sono sottoposte le popolazioni di tante aree del Pianeta".

"L’odierna commemorazione, oltre a rappresentare un momento importante per ricordare quanti hanno perso la vita per affermare il valore della pace, deve essere fonte di riflessione e di spinta nel percorso di condivisione e solidarietà, teso ad affermare i valori universali dei diritti umani. Ai familiari che continuano a soffrire per la mancanza dei propri cari, esprimo la vicinanza e la riconoscenza del Paese, unitamente -conclude Mattarella- al mio grato e affettuoso pensiero".

CASELLATI - "Onoriamo oggi la memoria di tutti i caduti militari e civili italiani nelle missioni internazionali per la pace. Nessuno deve dimenticare il loro estremo sacrificio in difesa dei nostri valori. Il loro ricordo è indelebile nella coscienza degli italiani. Tutti abbiamo un debito di riconoscenza verso i militari e i civili impegnati per la pace nel mondo, per la generosità e la professionalità con cui quotidianamente assolvono al loro compito in contesti di grande pericolo". Lo afferma il presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

"Il ricordo di Nassiriya, in particolare, dev’essere un monito a non abbassare la guardia di fronte alle minacce di un terrorismo ancora attivo. Oggi -conclude il presidente del Senato– il dovere del ricordo deve unirsi all’impegno a riaffermare l’unità del Paese attorno alla bandiera, che i nostri ragazzi portano con orgoglio. Rinnovo il mio affetto e la mia profonda vicinanza alle famiglie delle vittime”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli