Nassiriya, minuto di raccoglimento in Senato: non dimenticare

Rea

Roma, 12 nov. (askanews) - Un augurio di pronta guarigione per i 5 militari italiani feriti domenica in Iraq e un minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime della strage di Nassiriya. La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha aperto così la seduta pomeridiana di palazzo Madama, al termine della conferenza di capogruppo.

"Come sapete nelle prime ore di domenica, in Iraq, un vile agguato perpetrato attraverso un ordigno esplosivo ha gravemente ferito 5 militari italiani. Il loro compito, lo sottolineo con gratitudine e orgoglio, è quello di supportare ed addestrare le truppe locali contro il pericolo tuttora rappresentato dai miliziani dell'Isis. Un impegno che il nostro Paese ha assunto e svolge - così come in tutti gli scenari più difficili del pianeta - per favorire la pace e portare aiuto ed assistenza alle popolazioni civili. Lo stesso impegno - ha proseguito Casellati - che proprio il 12 novembre del 2003, sempre in Iraq, a Nassiriya, vide il sacrificio di 2 civili e 17 militari italiani. Caduti per la Patria che non possiamo e non dobbiamo mai dimenticare. Consentitemi allora un augurio di pronta guarigione ad Andrea, Emanuele, Marco, Michele e Paolo, ed un saluto ai loro commilitoni e alle loro famiglie. E consentitemi ancora un ringraziamento a tutte le donne e gli uomini in divisa che con dedizione, professionalità e umanità rappresentano l'orgoglio dell'intera Nazione. Nel ricordo dei martiri della strage di Nassiriya vi invito ad un minuto di raccoglimento".