Nassirya, Mauri: un dovere onorare vittime strage

Pol-Afe

Roma, 12 nov. (askanews) - "Ricordare e onorare le 19 vittime italiane della strage di Nassiriya del 12 novembre 2003 è un dovere. Lo facciamo a pochi giorni da un altro vile attentato, quello di domenica scorsa, che ha ferito gravemente alcuni dei nostri militari impegnati in Iraq. Ai nostri militari impegnati nelle missioni internazionali e alle loro famiglie rivolgiamo un sincero pensiero di gratitudine. L'esempio di questi ragazzi, in prima linea per difendere la libertà e la democrazia, rende orgoglioso l'intero Paese". Così il vice ministro Matteo Mauri, che in rappresentanza del Ministero dell'Interno partecipa a Roma alla messa in suffragio di tutti i 'Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace'.