Natale, dal ghiaccio alle conchiglie i presepi più strani del mondo

·3 minuto per la lettura

Grandi e piccoli, realizzati in materiali insoliti, allestiti nei posti più diversi, i presepi uniscono tradizione e creatività scatenando la fantasia degli appassionati e l'ammirazione dei visitatori in tutto il mondo. Ne ricordiamo alcuni, tra i più particolari.

Anche quest'anno Graz rinnova la tradizione del famoso presepe di ghiaccio, un'idea dell'artista specializzato Gert J. Hoedl, che ogni anno insieme a un team internazionale di intagliatori mette in scena il presepe nel cortile rinascimentale del Grazer Landhaus. Circa 50 tonnellate di ghiaccio vengono utilizzate per le figure a grandezza naturale e per il presepe e se le temperature esterne minacciano la tenuta della scultura, l'opera viene riparata o le figure sostituite.

Come è tradizione, il periodo natalizio è stato inaugurato allo zoo di Madrid con l'installazione del famoso presepe sommerso. L'opera è stata depositata sul fondale dell'acquarium dello zoo da due sub, tra squali, razze, barracuda e cernie giganti. I subacquei hanno nuotato quattro metri sott'acqua trasportando pezzi di metacrilato innocuo per l'acqua nella vasca. "Possiamo lavorare all'interno della vasca senza alcun problema e ci sono pochissime specie di squali che possono essere relativamente problematiche, ma la stragrande maggioranza di esse non causa alcun problema", ha chiarito Javier García, biologo e curatore dell'acquario. (segue)

Sono servite due tonnellate di sabbia e acqua per dar vita al presepe di sabbia di Las Canteras a Las Palmas, sull'isola di Grana Canaria, teatro a partire da settembre dell'eruzione più lunga mai conosciuta dall'isola. Quest'anno Las Palmas celebra la 16ma edizione del presepe, realizzato grazie al lavoro di un gruppo di scultori, il più numeroso ed eterogeneo, composto da 10 artisti provenienti da 8 paesi diversi. La visita avviene attraverso un percorso su 1.500 mq sulla sabbia.

Dal freddo al caldo, dalla sabbia alle conchiglie marine: uno dei presepi che più è stato ammirato negli ultimi anni è frutto di un lavoro avviato nel 1974, per gioco, da un abitante di Siviglia per i suoi figli. Negli anni, assemblando e lavorando oltre un milione di conchiglie di mare raccolte in spiaggia, ha costruito una scena contenente centinaia di figure, molti delle quali in movimento grazie ad un motore che permette di compiere gesti ed articolazioni ai personaggi e agli oggetti di muoversi. (segue)

Una panetteria, un negozio di scarpe, una locanda, una chiesa, un castello, un temperino, un fabbro, un pescatore, cuochi, negozianti, un gruppo musicale, animali che mangiano... sono alcune delle centinaia di figure che compongono questa piccola città in miniatura.

Anche le dimensioni del presepe impegnano i cultori del genere: tra i più piccoli al mondo ricordiamo quello realizzato in Lituania, i cui dettagli sono invisibili ad occhio nudo e che passa attraverso la cruna di un'ago. Studenti e professori del "LinkMenu Fabrikas" della Università tecnica Gediminas di Vilnius hanno impiegato tre mesi a realizzarlo. All'opposto c'è il presepe di Alicante, in Spagna, uno dei più grandi al mondo con i suoi 18 metri di altezza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli