Natale green, a Trento si accendono le luci... (anche) pedalando

(Adnkronos) - Dal 19 novembre all’8 gennaio Trento ospita la 28a edizione del suo tradizionale Mercatino di Natale. Novità 2022: due speciali biciclette, collocate a Piazza Duomo e a disposizione dei visitatori; grazie a un collegamento diretto con un accumulatore, ogni minuto di attività sui pedali si trasformerà in energia pulita e in un piccolo contributo a tenere accese le luci della festa.

“Questa iniziativa, fortemente voluta dal Comune di Trento, punta a lanciare un messaggio di cruciale importanza, ancor più quest’anno, caratterizzato dall’esigenza di ripensare e ottimizzare i consumi energetici: la transizione ecologica richiede il contributo di tutti. Ciascuno di noi può e deve fare la sua parte - spiega Elisabetta Bozzarelli, assessore comunale al Turismo - Ma le due cyclette saranno una delle tante iniziative volute dall’amministrazione e dall’azienda per il turismo per confermare la forte vocazione alla sostenibilità del nostro Natale cittadino”.

Dalla raccolta differenziata alle fonti rinnovabili, passando per i materiali eco-compatibili e la mobilità condivisa, la kermesse trentina infatti rinnova il suo impegno per l’ambiente. Dalle centrali idroelettriche gestite da Dolomiti Energia Spa proviene l’energia pulita al 100%, con origine garantita dal Gestore dei Servizi Energetici, che illumina gli stand e le vie cittadine, mentre una serie di accorgimenti tecnici promossi dall’amministrazione comunale consentirà di ridurre i consumi del 20% rispetto allo scorso anno. Le stoviglie saranno, anche quest’anno, compostabili. Grandi protagonisti dell’evento, ovviamente, sono i produttori locali, esponenti di una filiera corta che trova negli stand la propria celebrazione. Infine i trasporti: il treno e i mezzi pubblici in generale, assicurano gli organizzatori, sono gli strumenti più idonei per raggiungere la manifestazione.

L’appuntamento inaugurale è per sabato 19 nella cornice di Piazza Duomo. “Da sempre il Mercatino suscita una grande attesa e un forte entusiasmo e l’edizione di quest’anno non farà eccezione”, spiega Matteo Agnolin, direttore dell'Azienda per il turismo Trento e Monte Bondone. Ad attendere i più piccoli, anche quest’anno, oltre alla ruota panoramica, il Villaggio incantato allestito in piazza Dante. La creazione è realizzata con legno e materiale naturale e include otto casette a tema: il punto informativo, la dimora di Babbo Natale, il suo laboratorio, l’ufficio postale, la sartoria, la stalla, la casa degli Elfi e la fabbrica dei giocattoli. Un microcosmo magico unito a mezzi di trasporto senza tempo: mentre la carrozza a cavalli percorre le strade, sulle rotaie sfreccia l’attrazione più amata, il tradizionale Trenino elettrico. E ancora: il presepe di Piazza Santa Maria Maggiore, opera in legno costruita dagli studenti del Liceo Artistico Alessandro Vittoria e dai loro colleghi del Centro di Formazione Professionale Enaip di Villazzano, e l’ampia pista (20 metri per 10) realizzata da Consorzio Trento Iniziative. Per essere coerenti con la filosofia del risparmio energetico, la soluzione proposta dalla pista di slittino non prevede fiocchi di neve artificiale o impianti di refrigerazione in funzione: il grande scivolo sarà rivestito con un tessuto che simula la neve.

Al cuore dell’evento, anche quest’anno, ci sono le casette e i loro espositori. Settantacinque stand, divisi tra Piazza Fiera e Piazza Battisti, accoglieranno ogni giorno i visitatori tra luci, colori e profumi dell'artigianato e della cucina regionale. Mentre per le bollicine di montagna Trentodoc l’appuntamento è all’Enoteca provinciale del Trentino, dal 22 novembre all’11 dicembre 2022.

A partire dal 19 novembre, poi, ogni sabato pomeriggio dalle 17 alle 19, per le vie del centro va in scena Lhuman, originale celebrazione del solstizio d'inverno con le evoluzioni di trampolieri luminosi e artisti di strada ma anche l’impegno dei negozi coinvolti nel progetto che offriranno brevi racconti, testi di ispirazione e poesie. Muovendosi lungo le vie, i visitatori incontreranno gigantesche fate alate danzanti, mangiatori di fuoco, un corteo capitanato da una cometa luminosa e musica dal vivo. Contemporaneamente 100 persone provenienti da ambiti e luoghi del Trentino apparentemente lontani tra loro coloreranno altrettante tele abbozzate dall'artista Matteo Boato che, una volta unite tra loro, formeranno un’unica creazione di due metri per due che sarà esposta a partire dall’8 dicembre. Il progetto Lhuman, che si avvale della direzione artistica di Federica Giulia Marchi, coinvolge l'associazione culturale 'Il Vagabondo', i trampolieri di 'Lux Arcana' e tante altre realtà artistiche che nascono nei luoghi più diversi. I visitatori potranno inoltre sperimentare l’insolita esperienza dei Balconi in Musica, due serate di dialogo virtuale tra i prestigiosi palazzi Thun e Geremia. L’appuntamento è per le serate del 16 e 17 dicembre per apprezzare le note caratteristiche di ottoni e cornamuse. A spiccare, tra le tante offerte ricolte ai visitatori, sono i percorsi virtuali proposti dalla città a cominciare dalla visita guidata alla Cappella Vantini.