Natale: 'Hodighitria', serata di musica e danza al Pantheon

·2 minuto per la lettura

Una serata all’insegna del mistero, nella capitale, a partire dal titolo 'Hodighítria' ('colei che mostra la vita'), uno spettacolo di musiche, canti e danze dedicato all'icona di S. Maria ad Martyres al Pantheon, in programma il 30 dicembre, nell’ambito della II edizione della rassegna Mirabilia of Music – la Musica apre i Musei, progetto culturale voluto dal direttore dei Musei statali della città di Roma, Mariastella Margozzi, con la cura e realizzazione di Anna Selvi, in collaborazione con la Siae. In scena l'Accademia Vocale e il Quartetto d'Archi con i danzatori Simone Repele e Sasha Riva accanto a Susanna Elviretti (Compagnia Daniele Cipriani). La 'Hodighítria' più antica di Roma (un'icona bizantina in cui l Madonna viene raffigurata con in braccio il Bambini Gesù) si trova al Pantheon. Fu donata dall’Imperatore Foca a Papa Bonifacio IV nell’anno 609 in occasione della dedica di questo antico tempio pagano al culto cristiano che diventa così la Basilica di S. Maria ad Martyres.

È a questa Hodighítria che si ispira l’omonimo spettacolo. "La serata Hodighítria celebra il mistero della maternità e della bellezza - anticipa il curatore della serata Daniele Cipriani - Il mistero di tutte le madri e di quella Madre celeste che diede alla luce il Bambino di cui festeggiamo il Natale. Un'immagine, quella della Madonna che, per sua stessa natura, ha un potere terapeutico". Verranno intonati celebri canti e musiche sacre di diversi compositori, insieme a carole e songs natalizie tradizionali. Li interpreteranno i musicisti di Quartetto d’Archi (Rosario Genovese e Ylenia Montaruli, violini, Fabio Catania, viola, Andrea Genovese, violoncello) e le voci di Accademia Vocale (Francesca Gavarini, Daniela Petrini, soprani, Annarita Cerrone, mezzosoprano, Anselmo Fabiani, Francesco Toma, tenori, Antonio Pirozzi, basso). I componenti degli ensemble provengono dal Coro e dall'Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia.

Gli omaggi alla Vergine da parte dei danzatori e coreografi Simone Repele e Sasha Riva saranno lavori creati appositamente per 'Hodighítria' su due Ave Maria firmate dall’argentino Astor Piazzola e da Jacques Arcadelt, compositore cinquecentesco franco-fiammingo, e sul Concerto grosso fatto per la Notte di Natale di Arcangelo Corelli. La danzatrice Susanna Elviretti interpreterà una nuova creazione di Michele Pogliani sull’Ave Verum di Mozart in coppia con a Agnese Trippa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli