Natale, il Papa: “L’amore di Dio non è negoziabile”

natale 2019

Nella notte tra il 24 e il 25 dicembre, nella Basilica di San Pietro in Vaticano si è tenuta la consueta Messa di Natale celebrata dal pontefice. Papa Francesco, come da tradizione, è entrato in chiesa alle 21.30, ha scoperto la statua di Gesù e l’ha baciata. In una basilica gremita di fedeli, quindi, Bergoglio ha pronunciato l’omelia, seguita anche dall’esterno grazie all’istallazione di grandi maxi schermi: “Natale ci ricorda che Dio continua ad amare ogni uomo, anche il peggiore – ha detto -. A me, a te, a ognuno di noi dice: “Sei prezioso ai miei occhi“.

Natale: l’omelia del Papa

Dio non ti ama perché pensi giusto e ti comporti bene, ti ama e basta. Il suo amore è incondizionato – ha proseguito Papa Francesco -. Puoi avere idee sbagliate, puoi averne combinate di tutti i colori, ma il Signore non rinuncia a volerti bene. Il suo amore è fedele e paziente. Qui in terra tutto pare corrispondere a logiche del dare per avere. Dio arriva gratis e il suo amore non è negoziabile: non abbiamo fatto nulla per meritarlo e non potremo mai ricompensarlo. Non aspettiamo che il prossimo diventi bravo per volergli bene” ha concluso. Al termine della celebrazione il Papa ha preso la statua del Bambino e l’ha portata in processione sino al presepe interno alla Basilica dove lo ha poi deposto.

Il tweet sul presepe

Prima della messa, Bergoglio ha pubblicato su Twitter il suo messaggio di Natale per i fedeli: “Vi auguro che fare il presepe sia l’occasione per invitare Gesù nella vita: perché se Lui la abita, la vita rinasce ed è davvero Natale“.