Natale, quali sono le canzoni che guadagnano di più: la classifica

·1 minuto per la lettura

Ogni anno sono un classico, colonne sonore di pranzi e cene natalizie e musiche che accompagnano il momento più gioioso della festa nello scambio dei regali. Parliamo delle canzoni di Natale, le hit che tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo ascoltato facendoci riscaldare il cuore da quella melodia di gioia.

Da Mariah Carey agli Wham, passando per Michael Buble, tanti sono gli artisti che hanno scritto o interpretato le canzoni natalizie. Ma quanto guadagnano alcuni dei più famosi brani di Natale? A rispondere a questa domanda ci ha pensato Cosmopolitan, che ha tracciato una classifica degli incassi, tramite diritti d'autore, dei brani natalizi.

I dati, relativi a un anno fa, sono un ottimo punto di partenza per farci un'idea di come un performer guadagni in proporzione al brano e al periodo. Ecco la top 10.

  1. Merry Christmas Everybody del gruppo britannico Slade (1985) con 563mila euro;

  2. Fairy Tale of New York dei The Pogues (1988) con 450mila euro;

  3. All I Want For Christmas Is You di Mariah Carey (1994) con 423mila euro;

  4. White Christmas di Bing Crosby, il grande classico del 1940, con 369mila euro;

  5. Last Christmas dei Wham! (1984) con 337mila euro;

  6. Wonderful Christmastime di Paul McCartney (1979) con 292mila euro;

  7. Stop The Cavalry di Jona Lewie (1980) con 135mila euro;

  8. Mistletoe And Wine di Cliff Richard (1988) con 112mila euro;

  9. 2000 Miles dei The Pretenders (1984) con 114mila euro;

  10. Stay Another Day del gruppo East 17 (1994) con 109mila euro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli