Natale, spostamenti tra comuni: faq, regole e misure

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Spostamenti tra comuni a Natale, il Viminale chiarisce con una circolare che diventa anche una risposta alle 'faq' dei cittadini. Nel'atto inviato ai prefetti si fa riferimento alle misure previste dal Decreto Natale per arginare la diffusione del coronavirus. Il provvedimento è in vigore tra il 24 dicembre e il 6 gennaio, con riferimento ai giorni in zona rossa e quelli in zona arancione. "Rispetto al divieto di mobilità intercomunale che vige nella cosiddetta area arancione, la disposizione consente in via derogatoria" nei giorni 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 km dai relativi confini, si legge nella circolare, inviata dal Viminale ai prefetti, che .

“Si osserva-precisa nella circolare il Viminale-che la dimensione demografica è riferita al solo comune a quo, e non anche a quello ad quem, per il quale non ha dunque rilievo il dato demografico, mentre invece rileva, in senso ostativo allo spostamento, la circostanza che i comuni di destinazione abbiano la qualifica di capoluogo di provincia”. Il riferimento ai 5000 abitanti riguarda quindi il comune da cui ci si sposta. Non è possibile, invece, raggiungere un capoluogo di provincia a prescindere dalla distanza.