Natalia Chinni aveva ferite da arma da taglio e il segno di un colpo di arma da fuoco lunga

·1 minuto per la lettura
Sul caso indagano i carabinieri
Sul caso indagano i carabinieri

Mistero per un possibile omicidio a Gaggio Montano, nell’Appennino Bolognese, dove una donna di 72 anni è stata trovata morta in casa dal figlio, forse uccisa a fucilate. Il cadavere di Natalia Chinni rinvenuto dal figlio nella seconda casa di famiglia pare presentasse ferite da arma da taglio alle gambe ed al basso ventre e il segno di un colpo di arma da fuoco lunga.

Trovata morta in casa dal figlio: indagini su quei tagli e quel colpo di fucile

Sul posto sono intervenute a razzo unità del 118, medico legale e pattuglie dei Carabinieri della territoriale assieme ad un team della sezione scientifica dell’Arma che ha effettuato i rilievi. I militari sono coordinati nelle indagini dal magistrato di turno, il Sostituto Procuratore Antonello Gustapane.

Mancava da casa dalla mattina, Natalia trovata morta in paese dal figlio

E di un caso abbastanza misterioso si tratta, perché pare accertato che la donna non sia morta per cause naturali. Il figlio di 45 anni della vittima ha trovato il corpo della madre in un’abitazione nella disponibilità della famiglia.

La macabra scoperta: viene trovata morta nella seconda casa dal figlio

In quella residenza in paese la donna si recava solitamente per svolgere delle faccende domestiche. Figlio e marito, che erano nella prima casa in un centro vicino a Gaggio, non avevano più sue notizie dalla mattina e allora, nella tarda serata il 45enne si è recato nella seconda casa ed ha fatto la macabra scoperta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli