Nato e Biden contro Russia e Cina, la replica di Pechino

·2 minuto per la lettura

La Nato "esagera", "non siamo una minaccia sistemica". La rappresentanza della Cina alla Ue ha replicato così al comunicato diffuso ieri al termine del summit dell'Alleanza atlantica, che ha per la prima volta citato la Cina, definendola "una minaccia sistemica".

In una nota postata sul suo sito web, la rappresentanza di Pechino chiede di smettere di esagerare "la teoria della minaccia cinese", accusa la Nato di "diffamare" gli sviluppi pacifici cinesi, denunciando "una mentalità da Guerra fredda". Ma poi avverte: "Non rappresentiamo una minaccia sistemica per nessuno, ma se qualcuno vuole porre una minaccia sistemica a noi, noi non resteremo indifferenti".

"Affermando che la Cina rappresenta cosiddette 'sfide sistemiche', la Nato sta diffamando lo sviluppo pacifico della Cina e sta facendo un errore di valutazione rispetto alla situazione internazionale e al suo stesso ruolo", afferma la dichiarazione attribuita al portavoce della missione e diffusa su Twitter. La Cina insiste nel ribadire come la "politica di difesa" del gigante asiatico - che afferma di perseguire l'obiettivo di uno "sviluppo pacifico" - sia di "natura difensiva".

Nella dichiarazione attribuita al portavoce della rappresentanza cinese si afferma inoltre che "la spesa militare della Cina nel 2021 è pari a circa 209 miliardi di dollari", ovvero "solo l'1,3% del Pil" del gigante asiatico. "Mentre - aggiunge la dichiarazione - la spesa militare complessiva dei 30 Paesi della Nato dovrebbe raggiungere nel 2021 1.170 miliardi di dollari, più della metà del totale della spesa militare globale e 5,6 volte quella della Cina".

Delle relazioni con la Cina e anche con la Russia ieri ha parlato anche il presidente americano Joe Biden. "Negli ultimi due anni c'è stato il crescente riconoscimento del fatto che abbiamo nuove sfide davanti a noi. C'è la Russia, che non sta agendo in modo coerente con quanto avevamo sperato, come pure la Cina", ha evidenziato Biden prima di un incontro bilaterale con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, nel corso del summit dell'Alleanza Atlantica a Bruxelles.

''Non vogliamo un conflitto con la Russia'', ha poi precisato Biden in una conferenza al termine del summit, ma ''l'America è tornata'' e continuerà a ''difendere i valori democratici''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli