"Nato più forte a Est". Nove paesi chiedono una "presenza stabile" nel Mar Nero

Nove paesi del fianco orientale della NATO si sono incontrati in Romania in preparazione del vertice dell'Alleanza Atlantica in agenda per la fine del mese a Madrid.

Tutti chiedono di rafforzare i sistemi di difesa, dopo l'invasione russa dell'Ucraina.

"Puntiamo a una presenza coerente, robusta e consolidata della NATO sul fianco orientale, soprattutto nel Mar Nero", ha detto il presidente rumeno Klaus Iohannis.

"La presenza avanzata e rafforzata, che abbiamo oggi sul fianco orientale, dovrà essere estesa ad altri Paesi come Bulgaria, Ungheria e Slovacchia. Ma vogliamo arrivare a una difesa avanzata rafforzata", gli ha fatto eco il presidente polacco Andrzej Duda.

Dopo l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, la NATO ha rafforzato la propria presenza sul fianco orientale aggiungendo quattro gruppi tattici in Bulgaria, Ungheria, Romania e Slovacchia. Questo porta il numero totale di gruppi tattici a otto, che ora si estendono dal Mar Nero a sud al Mar Baltico a nord.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli