Nato, Turchia non favorevole a ingresso Finlandia e Svezia - Erdogan

Il presidente turco Tayyip Erdogan a Kiev, in Ucraina

ANKARA (Reuters) - Il presidente turco Tayyip Erdogan ha detto che non è possibile per la Turchia, membro della Nato, sostenere i piani di Svezia e Finlandia di ingresso nell'alleanza, affermando che i Paesi nordici sono "sede di molte organizzazioni terroristiche".

Sebbene la Turchia abbia ufficialmente sostenuto l'allargamento da quando è entrata a far parte della Nato 70 anni fa, la sua opposizione potrebbe rappresentare un problema per Svezia e Finlandia, dato che i nuovi membri necessitano di un consenso unanime.

Il piano della Finlandia di richiedere l'adesione alla Nato, annunciato ieri, e la possibilità che la Svezia faccia lo stesso porterebbe all'espansione dell'alleanza militare occidentale che il presidente russo Vladimir Putin intendeva impedire con l'invasione dell'Ucraina.

"Stiamo seguendo gli sviluppi relativi a Svezia e Finlandia, ma non abbiamo opinioni positive", ha dichiarato Erdogan ai giornalisti a Istanbul, aggiungendo che è stato un errore per la Nato accettare la Grecia come membro in passato.

"Come Turchia, non vogliamo ripetere errori simili. Inoltre, i Paesi scandinavi sono pensioni per organizzazioni terroristiche", ha detto Erdogan senza fornire dettagli.

"In alcuni Paesi sono persino membri del parlamento. Non è possibile per noi essere a favore", ha aggiunto.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli