NaturaSì: contro spreco cibo in vendita frutta e verdura imperfette

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 feb. (askanews) - Più di un quinto della frutta e verdura destinati alle nostre tavole rimane sui campi. In gran parte perché non abbastanza 'perfetto' o addirittura 'bello'. Quello della perdita di cibo nella fase di produzione è un problema che rimane nascosto e che, assieme alla grande quantità di alimenti che viene gettata nel secchio dell'immondizia casalingo, contribuisce a creare l'enorme problema di spreco alimentare che, secondo gli ultimi dati disponibili, interessa almeno un terzo della produzione. Per contrastare questo fenomeno, NaturaSì ha lanciato con Legambiente la campagna CosìPerNatura, mettendo a disposizione dei clienti prodotti imperfetti, un po' più grandi o un po' più piccoli o semplicemente dalla forma insolita, ma con le stesse proprietà nutritive di qualsiasi altro prodotto biodinamico e biologico, ad un prezzo ridotto.

In occasione della Giornata nazionale di Prevenzione contro lo spreco alimentare, NaturaSì, ha fatto il punto su questo progetto lanciato a giugno dello scorso anno. "Ad oggi un 5-6% dell'ortofrutta venduta nei nostri punti vendita (650 tonnellate circa) appartiene ai CosìPerNatura. Recuperando e mettendo in commercio quello che è appena più piccolo, o appena più grande, o appena diverso, siamo passati da un 20% circa di prodotto scartato sui nostri campi a un massimo, quasi fisiologico, del 4%", afferma Fausto Jori, amministratore delegato di NaturaSì.

"L'obiettivo dell'azienda è quello di arrivare a 2.500 - 3.000 tonnellate annue. Vogliamo dare una vera e propria inversione di tendenza in campo agricolo, alimentare e anche culturale. Spesso si dice che per sfamare una popolazione mondiale sempre crescente occorre più uso della chimica, dell'industrializzazione dei campi. Noi vogliamo cominciare ad affrontare questo tema con un salto di paradigma", osserva Jori.

Per agevolare e sensibilizzare ulteriormente i consumatori, NaturaSì ha aderito con circa 100 negozi all'app contro lo spreco To Good to Go che ha permesso la vendita di 43.000 magic box equivalenti ad altrettanti chilogrammi di cibo 'salvato', nella convinzione che la lotta allo spreco debba coinvolgere tutti i soggetti della catena alimentare.