Naufragio a Lampedusa, il relitto dei migranti in fondo al mare

Naufragio a Lampedusa, il relitto dei migranti in fondo al mare

Roma, 17 ott. (askanews) – Le drammatiche immagini diffuse dalla Guardia Costiera che mostrano il relitto in fondo al mare del barcone carico di migranti naufragato nella notte tra il 6 e il 7 ottobre a 6 miglia a sud di Lampedusa.

La piccola imbarcazione su cui viaggiavano una sessantina di migranti si è inabissata in un tratto di mare dove la profondità è di circa 60 metri. La nave è stata ritrovata a circa 300 metri dal punto del naufragio. Intorno, sono stati individuati almeno dodici corpi, compreso quello di una donna che stringeva a se’ suo figlio.

Il numero effettivo dei corpi potrà essere accertato solo dopo ulteriori ricognizioni. Nell’area sono impegnati i nuclei dei sommozzatori e un robot subacqueo. Poco dopo il naufragio erano già state recuperate 13 salme, tutte di donne; la Procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta.